diretta streaming show Parco Letterario programma - scarica materiale informativo

 

Passione Maremma Wine Shire

Spettacolo e tecnologia, il Parco Letterario si presenta in Piazza Nassiriya

 

Alle ore 20.30 di Sabato 17 “andrà in onda” lo show multimediale che vedrà coinvolte molte realtà del panorama artistico Maremmano.Oltre a festeggiare il Centenario della Corale Puccini avverrà il battesimo ufficiale del Parco Letterario® “Bibliobus Maremma”.La Corale introdurrà la serata dal Palcoscenico e accompagnerà il Teatro Studio in uno spettacolo nello spettacolo, con letture e rappresentazioni di vari autori sul tema della nostra terra.

Sullo sfondo naturale delle Mura Medicee videoproiezioni tematiche (3 videoproiettori su 30 metri lineari di superficie proiettiva del gruppo live 95 – Ecista.com) si alterneranno alle recite in piccoli percorsi geografici e letterari completando la panoramica degli autori che hanno raccontato la Maremma.Lo show sarà organizzato come un format televisivo, con una regia che riprenderà in diretta tutto lo spettacolo (durante concerti e recite le immagini del coro e gli attori verranno proettati sulle mura e alterneti ad immagini della Maremma) e sarà possibile guardare lo spettacolo in diretta streaming cliccando su “LIVE STREAMING” nel menù in alto.

Nel ‘51 Luciano Bianciardi accetta a Grosseto l’incarico di direttore della Biblioteca Chelliana, recupera un vecchio furgone dal comune e  inventa il “bibliobus” per fornire di libri le piccole biblioteche frazionali e di portare la cultura letteraria direttamente nelle fattorie, nei paesini e nei casolari più sperduti della Maremma.L’iniziativa ebbe un successo enorme e la Maremma, che tanti scrittori ha ispirato nel corso dei secoli, è stata allora come lo è oggi protagonista ed all’avanguardia nell’evoluzione del paesaggio culturale del nostro Paese diventandone ambasciatore nel mondo.Il mare, le montagne, le lagune, la campagna, i castelli, i borghi, le strade del vino, le pinete: in ogni stagione la Maremma esprime una Passione che ha accomunato nel corso dei secoli Namanziano, Dante, Fucini, Malaparte, Luzi, Alvaro, Caproni e tanti altri autori italiani e non, affascinati da una terra unica che Geno Pampaloni raccontava malinconica e sanguigna, fiera e generosa.

Il Parco Letterario® Maremma Biobliobus fa parte della rete de I Parchi Letterari® (rete Società Dante Alighieri), percorsi ed itinerari attraverso i luoghi di vita e di ispirazione dei grandi scrittori di tutti i tempi.Città, piazze,ma anche paesaggi, campagne e quant’altro si ritrova raccontato in un testo, diventano un patrimonio culturale ed ambientale da proteggere, valorizzato e reso fruibile ai visitatori attraverso una sorta di viaggio nella letteratura e nella memoria mediante attività culturali e manifestazioni immaginifiche ideate per far conoscere gli scrittori e i loro luoghi d’ispirazione.La proposta intende far rivivere attraverso percorsi sensoriali il ricordo di molti letterati e di far provare, gustare, sentire, toccare ed osservare tutto ciò che ha portato un autore a scrivere pagine storiche della letteratura.Un approccio innovativo che attraverso gli autori interpreta il territorio visto come un insieme, con le sue risorse ambientali, produttive, storiche, artistiche e di tradizioni di civiltà antiche e contemporanee.

La Società Dante Alighieri, da oltre un secolo tutela e diffonde la lingua, l’arte e la cultura italiane nel mondo attraverso una rete articolata che costituisce un circuito di informazione e diffusione in grado di raggiungere tutti i continenti.

Il Parco Letterario della Maremma inizia con questa manifestazione il suo percorso di gestazione e crescita.

Il nome è emblematico, Maremma Bibliobus, ovvero il nostro riferimento territoriale legato ad uno strumento di diffusione culturale che si deve alla fervida ed operativa mente di Luciano Bianciardi.La Maremma è un luogo vissuto, raccontato, inventato e gli autori che presenteremo nel Parco hanno avuto un rapporto particolare, magari fugace, con la nostra terra.Ci sono le osservazioni sulle nostre coste di Rutilio Namaziano, nel quinto secolo dopo Cristo, le fulminee terzine di Dante Alighieri, eppoi nell’ottocento le parole di una Maremma povera in Pratesi, Tozzi e Fucini. C’è il fenomeno del “Cristo dell’Amiata”, Davide Lazzaretti, del garibaldino Giuseppe Bandi, del maestro di Carducci, Geremia Barsottini. Poi finissimi poeti hanno scritto della Maremma, Montale, Luzi, Caproni, ma anche narratori novecenteschi come Piovene, Alvaro, Malaparte, Bilenchi, Ugolini.

Poi l’agro Luciano Bianciardi, ovviamente, maremmano anche in terra milanese, Carlo Cassola, che a Grosseto visse per molti anni, come Italo Calvino a Castiglione della Pescaia, padre Ernesto Balducci, amiatino d’origine. Come poi dimenticare Idilio Dell’Era, poeta e mistico, Alberto Manzi, il maestro per eccellenza della prima televisione italiana, Marcello Morante, giornalista e drammaturgo, fratello di Elsa, il critico Geno Pampaloni, Giuseppe Pontiggia (con un suo racconto sul Morellino di Scansano), il disegnatore di Tex Willer, il nostro West, Aurelio Galeppini.

Tutti gli autori in questa serata saranno raccontati e proiettati in diretta nel mondo tramite suoni, voci e immagini sullo sfondo della Maremma e della sua Storia, e immortalati in una mappa letteraria tutta da navigare.

 

www.parchiletterari.com – www.ladante.it