item1
logocomunefollonica
FONDERIA N°02
item2a
item2a4
TEATRO E SALA POLIFUNZIONALE
Schermata092456562alle120826PM

Importo lavori: 6.000.000 contributo 3.525.418

Aggiudicazione definitiva: 17/01/2012

Ditta incaricata: FIMAV s.r.l capogruppo ATI

Inizio lavori: marzo 2012

Fine lavori: Agosto 2013

Schermata092456562alle120907PM

DESCRIZIONE INTERVENTO:

Lo stato Ante Operam

Obiettivo deI presente progetto è il completamento delle opere previste per il recupero dell’edificio n.2 dell’Ex Fonderia Leopolda nell’ambito della realizzazione del Parco centrale di Follonica.
Le previsioni del progetto preliminare del 2007 sono in parte state realizzate con il primo lotto di lavori, comprendenti :

la realizzazione della centrale impianti nell’ex magazzino delle terre

la distribuzione impiantistica nella sala attraverso il cunicolo centrale e

il sistema di contropareti laterali

la nuova pavimentazione

Il periodo trascorso per la realizzazione dei lavori è stato utile all’Amministrazione per approfondire , verificare ed aggiornare le ipotesi iniziali presentate nel progetto preliminare. A seguito di ampi confronti con le realtà culturali e sociali presenti sul territorio è emersa la necessità di adeguare le prime ipotesi di progetto che prevedevano un'unica sala polivalente con una doppia gradonata mobile.

Il nuovo programma funzionale prevede una sala teatrale per circa 400 persone con gradinata fissa e una Sala Polivalente indipendente nel corpo principale, i servizi accessori nel corpo basso annesso e la realizzazione di camerini e spogliatoi in edificio di nuova costruzione e il riutilizzo di volume esistente collocati in adiacenza dello spazio teatrale, attigui all’esistente “Corte del Forno”.

Il secondo lotto

Il progetto definitivo per il secondo lotto rispondendo alle nuove richieste dell’Amministrazione prevede la suddivisione dello spazio principale dell’ex Fonderia nelle seguenti realizzazioni:

- Teatro

- Sala polivalente

- Hall, Foyer, Bar-caffetteria e Ristorante

- Camerini e spogliatoi

- Sistemazioni esterne

Lo spazio teatrale viene realizzato con una sala a gradinate non più mobili ma fisse, sulle quali è stata anche studiata e verificata la “curva della visibilità”. Questa soluzione, per i materiali previsti, rende anche possibile una migliore resa acustica nonché il posizionamento definitivo di poltrone più consone per una sala teatrale piuttosto che sedute provvisorie riposizionabili come previsto inizialmente. Il totale dei posti a sedere sarà di 416 poltrone.

Le aperture a volta presenti nella sala teatro dove ora viene realizzata la gradonata vengono chiuse tramite pannelli con finitura in acciaio nero cerato che staccano rispetto alla continuità delle contropareti in legno di acero, conservando quindi il segno delle aperture originali del volume principale.

Il deflusso degli spettatori sarà garantito in modo agevole oltre che dalle uscite attraverso le porte della hall d’ingresso, anche tramite due scale previste nella parte alta della gradonata che convogliano il deflusso verso le porte sul fondo della sala.

Ampio spazio è stato destinato al palco e retropalco così da permettere rappresentazioni di una certa complessità. Il palco è previsto con una quota d’imposta di più 60 cm rispetto alla quota di ingresso della sala. Inoltre è prevista una dotazione scenotecnica con impianti quali: graticcia e ponte luci, tendaggi per sipario mantovana ed arlecchino, banco regia. Per le aperture verso l’esterno sono previsti tendaggi e tende meccanizzate di oscuramento durante le rappresentazioni.

SALA POLIVALENTE

Nel volume principale oltre alla sala teatrale sarà realizzata una sala polivalente di circa 270 mq , posizionata oltre lo spazio del palco e retropalco.
Per conservare il valore storico-industriale dell’edificio e la continuità visiva delle grandi capriate lignee, la separazione tra sala teatrale e sala polivalente è prevista in modo da garantire una sufficiente tenuta acustica ma che visivamente permetta di percepire tutta la continuità del volume principale. In corrispondenza di una delle capriate verrà realizzato un serramento vetrato con sottostante parete mobile scorrevole e impacchettabile ai bordi della sala che potrà essere quindi estesa per tutto il volume principale dell’edificio.

HALL, FOYER, BAR-CAFFETTERIA E RISTORANTE

Il volume esistente definito come “Corpo Basso” posizionato su quasi tutto il lato lungo a nord del volume principale, viene destinato alle funzioni correlate alla sala teatro e alla sala polivalente.
La Hall D’Ingresso occupa lo spazio che storicamente è sempre stato il passaggio principale, riconoscibile sia dalla volumetria esterna che dalla centralità planimetrica. La Hall D’Ingresso distribuisce direttamente sulla sala teatro ma è anche attigua allo spazio del Foyer e del Guardaroba. La controparete del Foyer che raccoglie gli impianti tecnici avrà caratteristiche e conformazione analoghe alle contropareti della sala teatro e sala polivalente, così da dare caratteristiche di continuità tra gli ambienti. I servizi igienici sono posizionati a est del volume del “Corpo Basso” oltre lo spazio del Foyer e separati da questo tramite un passaggio di disimpegno. Gran parte del volume del “Corpo Basso” viene destinato ad attività correlate allo spazio teatrale. Queste possono avere gestione e attività indipendente, sono previsti in questo spazio un Bar-Caffetteria e un Ristorante dotati di servizi ed ingresso indipendenti oltre che la possibilità di accesso diretto dalla Hall e dalla Sala Polivalente.

Il Ristorante avrà caratteristiche particolari quali la cucina in vista, separata dalla sala ristorante da banchi degustazioni e ampie vetrate. Mentre la sala ristorante è prevista su due livelli: di fronte e sopra la cucina, su soppalco di nuova realizzazione, ripristinando e mettendo in evidenza la parete in pietra esistente sul fondo della cucina e sul soppalco.

I materiali di finitura per questi ambienti sono previsti per le pavimentazioni in legno di larice a doghe maschiate, analoghe a quelle della sala teatro- polivalente, dim. 20x400 cm sp. 40 mm.
Gli intonaci, da ripristinare avranno finitura di colore rosso-mattone uguale al colore dell’intonaco esterno e al colore realizzato internamente nel volume principale.

Gli arredi come il guardaroba il banco bar e il banco degustazioni, nonché i rivestimenti di pareti di nuova edificazione saranno con finitura in lamiera di acciaio nero cerato.
La finitura dei bagni destinati al pubblico saranno in tessere 5x5 cm in gres porcellanato colorato in pasta colore grigio antracite. Per gli ambienti di servizio è prevista una pavimentazione in linoleum. Inoltre il bar e la cucina avranno la stessa finitura ma su pedana in legno di h. 15 cm per agevolare il passaggio degli impianti. La finitura delle pareti per gli ambienti di servizio sarà con vernice a smalto colore grigio antracite, compresi magazzino e depositi.

CAMERINI E SPOGLIATOI

Il nuovo edificio per camerini e spogliatoi si colloca a sud del teatro, all’interno della corte del forno, di fronte all’attuale locale tecnico e ad un corpo esistente annesso al volume principale adibito a sala teatrale.
Per soddisfare le richieste di spazio utile e al contempo limitare l’impatto del nuovo edificio, in accordo con l’Amministrazione, si è deciso di costruire solo due piani nuovi e di ampliare le superfici utilizzando le aree disponibili del corpo esistente annesso al teatro.

L’edificio esistente, sottoposto a vincolo dalla Sovrintendenza, è realizzato in muratura portante, solaio con travi in legno e mezzane in laterizio e copertura a falde. Si sviluppa su due piani, sfruttandone gli spazi, senza sostanziali modifiche nella sua struttura originale.

Il piano terra è composto da un ampio portico passante aperto sull’esterno, utilizzato come ingresso al palcoscenico e come area per il carico e scarico. Attualmente ci sono due spazi a doppia altezza completamene chiusi sul fronte del portico, per cui si prevede la realizzazione, in uno dei due, di un locale tecnico per il contenimento del bollitore da 200 litri.
Al primo piano è prevista la zona degli spogliatoi, distribuiti su due vani di circa 20 mq ciascuno, conservando l’ampiezza degli spazi attuali. Senza modificare le aperture esistenti saranno realizzati tre lucernari per garantire l’aeroillumunazione naturale, conservando i soffitti a vista esistenti mentre nei bagni verrà realizzato un controsoffitto in cartongesso ad altezza 2.40 m.
Si prevede un intervento di coibentazione del tetto e del solaio esistente, la realizzazione di un nuovo massetto, una nuova pavimentazione in linoleum e il rifacimento degli intonaci, previo mantenimento delle parti di eventuale valenza storica, in accordo con i tecnici della Sovrintendenza.
Il nuovo edificio di progetto è realizzato con una struttura leggera a telaio metallico. Presenta un unico fronte principale finito ad intonaco che si affaccia sulla corte del forno.
L’edificio si sviluppa essenzialmente in due parti divise dalla scala principale. La prima parte è un atrio vetrato di connessione al corpo esistente, che funge da ingresso alla zona spogliatoi e da collegamento con il teatro come area di sosta degli attori, ballerini, relatori, etc. prima dell’ingresso in scena. L’atrio è collegato all’edificio esistente tramite una parete vetrata disegnata sull’arco esistente e si affaccia sulla corte del forno sempre con aperture vetrate. L’altezza di questo spazio è circa la stessa del piano terra del corpo esistente. E’ prevista una pavimentazione in calcestruzzi lavato con effetto architettonico uguale alla pavimentazione esterna.

Al primo piano (posto a quota +3.15) si sviluppa un ampio spazio per gli spogliatoi, posto in continuità con gli spogliatoi del corpo storico tramite un’apertura esistente.
La seconda parte consiste invece in una zona al piano terra di altezza 2.80 m adibita a camerini singoli (4 di circa 6-8 mq ciascuno) e una zona al primo piano, a quota +2.60 con un unico spazio di 30 mq per spogliatoi e relativo bagno di 9.5 mq. Entrambe le aree al primo piano sono illuminate e aerate da un unico grande lucernaio che si interrompe solo sul vano scala. I materiali di finitura previsti sono: linoleum per i pavimenti, pareti e soffitti rasati a gesso, bagni con rivestimento in piastrelle di ceramica bianca 5X5 cm.

In copertura verranno posti pannelli solari per una superficie di 8 mq.
Il nuovo edificio deve rispettare due vincoli:
per quanto riguarda la prima area, il locale al primo piano deve avere un’altezza massima di 2.40 m per far si che l’edificio, appoggiandosi ad un fronte del teatro, non interferisca con una lunetta esistente sottoposta a vincolo, ma si collochi al di sotto di questa.

Per la seconda area, le altezze dei due piani (rispettivamente 2.75 m e 2.40 m) sono state progettate in modo tale che complessivamente l’edificio si ponga ad una quota al di sotto delle aperture di aerazione del locale tecnico adiacente.
Inoltre il nuovo edificio deve distanziarsi dal locale tecnico a causa dell’ingombro delle fondazioni esistenti di quest’ultimo.

SISTEMAZIONI ESTERNE

Le sistemazioni esterne da comprendersi in questo secondo lotto sono da limitarsi alla zona perimetrale degli edifici oggetto del presente intervento. Sono quindi previsti il ripristino e/o il rifacimento della pavimentazione con finitura in calcestruzzo lavato con effetto architettonico” nelle aree adiacenti la torre e la corte del forno.

Mentre è prevista la realizzazione di pavimentazione in sestini di laterizio in corrispondenza di un’ampia area dell’ingresso principale e lungo tutto il fronte a nord verso la piazza del mercato, oggetto quest’ultimo di risistemazione in un prossimo lotto funzionale.

In corrispondenza del perimetro della nuova pavimentazione in sestini verranno posizionati corpi illuminanti atti ad enfatizzare le facciate principali e dare un’illuminazione puntuale sul percorso attorno all’edificio storico ex Ilva - Fonderia Leopolda.

WORK IN PROGRESS


Invest in Follonica
logoecista
item3
UNIONE EUROPEA
logoregionetoscana2a
logoPorCreo
logoministero1
logounioneeuropea